Patentometro

 

Ordinanza Corte Cassazione      24.1.2019,n.1967                                                                                                     

È legittimo l’accertamento induttivo nei confronti di un’autoscuola basato, fra l’altro, sul numero di patenti rilasciate dal Ministero dei Trasporti.

Riapertura termini Sabatini–ter

 

 

 

Decreto MISE 28.1.2019              

È stato emanato il Decreto che dispone la riapertura dei termini di presentazione delle domande di accesso alla “Sabatini-ter” ex art. 2, DL n. 69/2013. In particolare lo sportello per la presentazione delle domande è riaperto a decorrere dal 7.2.2019; le domande possono essere oggetto di richiesta di prenotazione presentata dalle banche / intermediari a decorrere da marzo 2019. Sono considerate irricevibili le domande di agevolazione presentate dalle imprese alle banche / intermediari nel periodo 4.12.2018 – 6.2.2019.

Rimborso spese parcheggio dipendenti

 

 

 

Risposta interpello Agenzia Entrate 31.1.2019,n.5                                                                               

Le spese di parcheggio sostenute dai dipendenti in occasione di trasferte, effettuate con autovetture di proprietà ovvero acquisite in leasing dall’azienda e concesse in uso al dipendente, sono soggette ad un trattamento fiscale differenziato a seconda del sistema di rimborso adottato dal datore di lavoro. In particolare:

-   sono soggette interamente a tassazione in caso di rimborso forfetario e misto;

-   sono escluse da tassazione fino a € 15,89 giornalieri (€ 25,82 per le trasferte all’estero) in caso di rimborso analitico.

Accertamento a medico odontoiatra

 

Sentenza Corte Cassazione        5.2.2019, n. 3290                          

È legittimo l’accertamento induttivo nei confronti di un medico odontoiatra in ragione del rapporto fra giorni lavorativi, dichiarazioni del contribuente sul numero di sedute dedicate a ciascun paziente e raffronto con le (poche) fatture reperite durante l’accesso mirato presso lo studio professionale.

Fattura elettronica e medici di base

 

 

 

Risposta interpello Agenzia Entrate 13.2.2019, n. 54              

Per i medici di medicina generale operanti in regime di convenzione con il Ssn i relativi compensi continuano ad essere certificati dal cedolino emesso direttamente dalla ASL (per tali operazioni non va emessa la fattura elettronica).

Inoltre al medico non è richiesta la presentazione dello spesometro per le eventuali spese documentate da fatture d’acquisto ricevute / registrate nel 2019 anche se relative ad operazioni 2018.

Bonus cultura 18enni

 

 

 

DPCM 7.12.2018, n.138             

È stato pubblicato il Decreto che modifica le modalità operative del “bonus cultura” per i 18enni residenti in Italia. In particolare:

-   i beneficiari (soggetti che hanno compiuto 18 anni nel 2018) devono registrarsi sulla piattaforma informatica dedicata (www.18app.italia.it) dal 7.1 al 30.6.2019 e possono utilizzare lo stesso fino al 31.12.2019;

-   a favore dei soggetti presso cui è possibile utilizzare il suddetto bonus è riconosciuto un credito di pari importo “incassabile” tramite l’emissione di una fattura elettronica.

Fatture elettroniche e imposta di bollo

 

 

 

Decreto MEF 28.12.2018          

È stato pubblicato il Decreto che stabilisce le nuove modalità di versamento dell’imposta di bollo dovuta per le fatture elettroniche. In particolare ora è disposto che il pagamento dell’imposta relativa alle fatture elettroniche emesse in ciascun trimestre è effettuato entro il giorno 20 del mese successivo.

A tal fine l’Agenzia delle Entrate rende noto l’ammontare dovuto con una specifica comunicazione nell’area riservata del proprio sito Internet. Il pagamento può essere effettuato con addebito diretto sul c/c bancario o postale ovvero con un mod. F24 precompilato.

Prezzo di cessione incongruo

 

Sentenza Corte Cassazione       16.1.2019, n. 877                    

È legittimo l’accertamento per il recupero dell’IVA qualora il prezzo di cessione di un bene risulti inferiore a quello di mercato. L’acquirente, al fine di evitare la responsabilità solidale con il cedente per l’IVA non corrisposta, può dimostrare la plausibilità del minor corrispettivo in quanto il prezzo è analogo a quello costantemente pattuito nelle precedenti transazioni con il medesimo cedente ovvero altri operatori praticano quel prezzo o prezzi simili.

Elenchi split payment 2019

 

 

Sito Internet Ministero Finanze                                         

Sono stati pubblicati gli elenchi per il 2019 dei soggetti interessati all’applicazione dello split payment. In particolare:

-   sono disponibili 6 elenchi (come per il 2018);

-   è possibile ricercare i soggetti interessati tramite il relativo codice fiscale.

Gli elenchi sono disponibili al seguente indirizzo

http://www1.finanze.gov.it/finanze3/split_payment/public/#/archivio

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca QUI.