Ottobre 2017

Redditometro

 

 

 

 

Sentenza Corte Cassazione

19.7.2017, n. 17793                     

L’accertamento da redditometro è legittimo in presenza di polizze vita, inquadrate dall’Ufficio quali “spese di investimento”, nel caso in cui il contribuente non abbia provato le modalità di reperimento delle somme necessarie al pagamento dei relativi premi periodici.

Secondo i Giudici i versamenti in esame non possono essere considerati quali “incrementi patrimoniali” in quanto trattasi “di esborsi effettuati annualmente per ottenere un capitale futuro … in relazione ai quali la capacità contributiva è diluita nel tempo, ed è quindi corretta l’imputazione dei suddetti premi ai singoli anni in cui sono stati versati”.

Attività agricola connessa

 

Sentenza Corte Cassazione      

28.7.2017, n. 18829                     

L’attività di commercializzazione dei prodotti, per essere considerata attività agricola connessa, deve riguardare, prevalentemente, prodotti propri dell’impresa agricola e non deve assumere dimensioni tecnico – organizzative tali da assurgere ad un’attività del tutto autonoma.

Agevolazioni “prima casa”

 

 

Ordinanza Corte Cassazione    

2.8.2017, n. 19255                       

Le agevolazioni “prima casa” non spettano al contribuente proprietario di un immobile (categoria catastale A/2 nel Comune ove è situata l’abitazione da acquistare, utilizzato quale studio professionale. Secondo i Giudici “non assume rilievo la situazione soggettiva del contribuente o il concreto utilizzo del bene, assumendo rilievo il solo parametro oggettivo della classificazione catastale dello stesso”.

Cessione “ecobonus” su parti condominiali

 

 

Provvedimento Agenzia Entrate 28.8.2017                        

È stato pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate il Provvedimento che definisce le modalità di cessione da parte dei soggetti c.d. “incapienti” del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni degli edifici (65% - 70 o 75%). La cessione può ora essere effettuata anche a banche e intermediari finanziari.

Percentuali di ricarico

 

 

 

 

Ordinanza Corte Cassazione

31.8.2017, n. 20632                     

Richiamando la sentenza 29.12.2016, n. 27330, è stato ritenuto legittimo, nell’ambito di un accertamento analitico-induttivo, l’utilizzo delle percentuali di ricarico accertate con riferimento ad un periodo d’imposta al fine della ricostruzione del reddito dei periodi precedenti / successivi. Tuttavia tali percentuali, pur costituendo “validi elementi indiziari”, vanno utilizzate “secondo criteri di razionalità e prudenza”.

Il contribuente può “dimostrare i mutamenti del mercato o della propria attività che possano giustificare in altri periodi l’applicazione di percentuali diverse”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca QUI.